Pagine

giovedì 26 dicembre 2013

E' MUSICA - Heal the world - Michael Jackson





Se vuoi sapere perchè, 

c'è un amore che non può mentire 


l'amore è forte, gli interessa solo la gioia 


che dà se noi almeno proviamo ad averla 


noi dovremmo vedere in questa beatitudine 


noi non possiamo avere paura o timore 


Finiamo di esistere e 

 
iniziamo finalmente a vivere! 







10.000



Resta sempre un mistero, perchè su di me certi numeri esercitano un fascino strano;

Rimango infatti a bocca aperta, come un bambino la sera di Natale (guarda caso oggi), quando mi trovo davanti a tanti zero;

Rimugino tra me e me per capire il senso di questa cosa, ma non so darmi una spiegazione logica e quindi mi rispondo che sarà il fascino inconscio che la perfezione del cerchio ha, che mi rende così ammaliato da un numero come 10.000;

Resta il fatto, che raggiungere in una sera così speciale, la ragguardevole cifra di 10.000 pagine visitate, è per il mio blog un gran bel traguardo;

Ricorderò per sempre questo momento e lo porterò nel cuore, così come successe per il mio altro blog;

Rimane il fatto che non ho più altri pensieri che iniziano con la R, la sedicesima lettera dell'alfabeto, il numero che corrisponde a 10.000 nel sistema binario. Chiudo quindi qui questa piccola autocelebrazione, che ha non come scopo quello di lodarmi, ma che vuol essere un attestato d'affetto per chi in questi mesi mi ha seguito, è stato al mio fianco, ed ha reso possibile questo piccolo miracolo.

Grazie

mercoledì 25 dicembre 2013

APPUNTI IN AMORE

Sei la mia sola possibile felicità.

MERRY CHRISTMAS




Merry Christmas







BUON NATALE A..




Buon Natale a chi ogni giorno mi è accanto e a chi si ricorda di me un solo giorno l'anno, oggi;

Buon Natale a chi ieri sera mi ha telefonato, togliendomi il fiato per l'inaspettata sorpresa e a chi passa le sue notti insonni, solo per il piacere di una conversazione intelligente e mi rende piacevole anche la stanchezza;

Buon Natale a chi fonde i suoi sogni con i miei e a chi dei miei sogni è la sola musa ispiratrice;

Buon Natale a chi ieri sera mi ha telefonato, togliendomi il fiato;

Buon Natale a chi mi regalerà (spero) una delle sue marmellate e a tutte le sue nemesi;

Buon Natale a chi riceve ogni mio whatsapp e ancora non si è scocciato di ascoltare sempre le stesse canzoni;

Buon Natale a chi ha ricevuto un mio whatsapp ieri e ha capito che era un augurio unico e speciale, irripetibile;

Buon Natale a chi ogni giorno si diverte con il giochino dell'A chi e che forse si vede scippato di questo spunto, come vedrai in seguito, nulla si inventa su questa terra :-)  ;

Buon Natale a chi mi segue su questo blog e altrove in giro giro sul web, non mi importano i numeri, ma la qualità delle persone che mi onora della propria amicizia;

Buon Natale ad Hanny, perchè anche se incapace di parlare è spesso al centro delle mie conversazioni;

Buon Natale ai miei amici di tutti i giorni e a quelli che si credono tali nella loro saltuarietà.

Buon Natale alle persone per me speciali, che sanno di esserlo e non hanno paura di esserlo;

Buon Natale ai miei parenti, quelli che ci sono e quelli che mi hanno lasciato qui a ricordarli;

Buon Natale a te che possiedi le chiavi del mio cuore, vorrei trovassi il coraggio di usarle per davvero e chiudere quella porta, godendoti finalmente ciò che sono in grado di regalarti;

Buon Natale a te e un pò anche a me;










martedì 24 dicembre 2013

LA NON LETTERINA DI NATALE



Caro Gesù bambino,

come ben sai non sono affatto bravo a scriverti le letterine di Natale. Una sola volta ci ho provato, qualche anno fa, ed è stato un vero disastro. 
D'altronde hai pienamente ragione, con tutti i bimbi (e non solo loro) che ti scrivono in questo periodo, chissà quante richieste ti giungono? Ti è venuto così spontaneo, accantonare la mia sfilza di richieste e non esaudire i desideri, che ti avevo formulato, perchè altri avevano la precedenza.
Non me la sono presa a male, anzi ti voglio bene come prima e se possibile più di prima, anche se come ben sai, mi sono ripromesso in quel momento di non chiederti più nulla.

Ti starai quindi domandando il perchè, oggi mi ritrovo a scriverti, dopo essermi assunto quell'impegno. 
E' presto detto, l'anno che sta terminando è stato per certi versi terribile e ci sono delle cose che vorrei NON si ripetessero più. 
Ecco così che questa mia letterina non viene scritta con lo scopo di avere qualcosa, ma bensì perchè alcune circostanze NON si ripetano più.


NON vorrei più dovermi ritrovare a piangere per Lampedusa, per ciò che succede in mare, per ciò che succede in terra a quelle PERSONE fortunate che sono costrette ad attraversare il mare in cerca di una nuova di vita e che spesso vanno incontro alla morte e se sfuggono ad esse, si ritrovano nell'inferno dei nostri centri di accoglienza. 


NON vorrei più venire a conoscenza di persone che non riescono a capire che la cosa pubblica non è qualcosa di cui si possono appropriare. Mutande e festini vari, rimborsati con i soldi pubblici, sono un oltraggio e un'offesa alle persone che vedo intorno a me vivere in estrema indigenza. Il furto dei soldi pubblici fa doppiamente male, non solo per la sofferenza di chi ha la difficoltà di poter comprare il minimo indispensabile per i propri figli e per se, ma anche per la strafottenza di chi è deputato all'aiuto di quelle persone e invece pensa invece solo al proprio tornaconto personale;


NON vorrei più leggere di donne che vengono anche solo verbalmente maltrattate dai loro uomini, che spesso altro non sono che animali e travestiti da esseri umani. E' qualcosa di vergognoso, che non ha diritto di esistere su questa terra e che fa male non solo a loro che debbono soffrire del dolore fisico o morale per ciò che gli viene inferto, ma che crea dolo anche a chi deve assistere o solo venire a conoscenza di questi fatti.

NON vorrei più intorno a me persone che si fingono amiche e che fanno delle moine e della falsità il loro stile di vita. Non ho bisogno di altre sofferenze ed illusioni, preferisco poche persone vicino, ma buone e se permetti, essendo in età avanzata, credo di averle anche già individuato. Quindi, se ti riesce, puoi non solo non farmene conoscere di altre, ma anche non costringermi a subire la presenza di chi non gradisco.


NON vorrei più dovermi ritrovare a piangere per un genitore che lascia i propri figli in tenera età. Quest'anno mi hai costretto per ben due volte a questo a supplizio, con due neonate che non conosceranno mai chi ha regalato loro il dono della vita. Lo so che i tuoi disegni sono Divini ed imperscrutabili e che il fatto che io non riesca a trovare una ragione a queste morti non è un buon motivo perchè esse non si ripetano in futuro, ma è proprio necessario recare un  tale ed immenso dolore a dei bambini? Io credo di no.


Ti prego infine di un'ultima cosa, fa che io non debba più trovarmi nelle condizioni di scrivere di nuovo una NON letterina, non perchè non ne ho la voglia, ma perchè finalmente, il mondo si è ravveduto e ha portato l'atmosfera del Natale in ogni giorno dell'anno, così da rendere speciale il 25 dicembre, solo perchè si ricorda il giorno del tuo compleanno e non per la finta bontà di cui tutti si vestono.

Per sempre tuo (seppure accantonerai anche questa mia lettera) D. A.


P. S. Perdona, come sempre, il mio italiano grammaticalmente imperfetto, so che con te conta il cuore e non le forma.










venerdì 20 dicembre 2013

APPUNTI IN AMORE

Per il mondo intero ho fiumi di parole quando ho bisogno di spiegare i miei pensieri, per te me ne bastano due TI AMO

APPUNTI IN AMORE

Il tuo amore è il solo indirizzo che riesco a dare alla mia felicità

mercoledì 18 dicembre 2013

APPUNTI IN AMORE

Osservo questa maestosa luna piena, che brilla stanotte nel cielo e non mi sorprende che ti invidi lo splendore del tuo magnifico sorriso.

lunedì 16 dicembre 2013

LE POESIE - Il sogno - John Donne



Per nessun altro, amore, avrei spezzato questo beato sogno.
 Buon tema per la ragione, troppo forte per la fantasia. 

Sei stata saggia a svegliarmi. 
E tuttavia tu non spezzi il mio sogno, lo prolunghi. 

Tu così vera che pensarti basta per fare veri i sogni e storia le favole. 
Entra tra queste braccia. 

Se ti sembrò più giusto per me non sognare tutto il sogno, ora viviamo il resto. 
Come un lampo o un bagliore di candela i tuoi occhi, non già il rumore, mi destarono. 

Così (poichè tu ami il vero) io ti credetti sulle prime un angelo. 
Ma quando vidi che mi vedevi in cuore, che conoscevi i miei pensieri meglio di un angelo, quando interpretasti il sogno, sapendo che la troppa gioia mi avrebbe destato e venisti, devo confessare che sarebbe stato sacrilegio crederti altro da te. 

Il venire, il restare ti rivelò: tu sola. 
Ma ora che ti allontani dubito che tu non sia più tu. 

Debole quell’amore di cui più forte è la paura, e non è tutto spirito limpido e valoroso se è misto di timore, di pudore, di onore. 

Forse, come le torce sono prima accese e poi spente, così tu fai con me. 
Venisti per accendermi, vai per venire. 

E io sognerò nuovamente quella speranza, ma per non morire.






domenica 15 dicembre 2013

E' MUSICA - Le donne - Fabri Fibra



Mi piacciono le donne, le donne,le donne, 

le more, le bionde 

le grasse, le tonde, 


le donne, le donne 


le more, le bionde 


le grasse, le tonde 


mi piacciono le donne









COPIA E INCOLLA - Di nuovo grazie di esistere


Mi sono spesso ritrovato a scrivere che noi uomini dovremmo essere grati in ogni momento della nostra giornata a Dio per questo splendido regalo che ci ha fatto e che la fattezza di tutte le donne che esistono sulla faccia della terra, però non avevo mai messo giù una lista semiseria sul perchè di questa mia idea.

Ci ho provato e quello che segue è il risultato...



GRAZIE DIO 


PERCHE' senza le donne, non ci sarebbe nessuno a rinfacciarci, ad ogni minima occasione, che senza di lei non saremmo nemmeno in grado di allacciarci i mocassini (quanto mi piaceva questa battuta).  Mantra femminile;

PERCHE' se non ci fossero le donne al nostro fianco, ad ogni risveglio mattutino, staremmo più larghi nel letto, ma anche infinitamente più tristi. Indispensabili;

PERCHE' non sono gay e un'esistenza senza un bacio non avrebbe sapore. Il sale della vita;

PERCHE' sono fantastiche, dalla mattina quando si svegliano sfatte nel loro informe pigiamone di pile, sino alla sera, quando dopo aver accudito e badato a tutti e tutto, sono ancora capaci di sorridere. Stupende;

PERCHE' senza di loro, non avrebbero senso le poesie, le canzoni, i film, i romanzi e tutta l'arte, che nasce spontanea al solo pensarle. Muse ispiratrici;

PERCHE' non avrei una figlia da adorare, in silenzio, ma adorare. Cuore di papà;

PERCHE' avrei tante preoccupazioni in meno, ma sarei anche più arido e non mi piacerei affatto. Insostituibili;

PERCHE' non ho nemmeno voglia di concepire un mondo senza di loro e quindi ad esclusiva misura d'uomo. Sarei il sovrano dei fancazzisti, il re del disordine, l'imperatore degli inutili; Essenziali;

PERCHE' altrimenti, girando per le strade, sarei costretto a guardare davvero le vetrine con attenzione, invece che per dissimulare altro. Toccasana per il torcicollo;

PERCHE', nella realtà, noi uomini saremmo persi senza una donna al nostro fianco che ci indica il cammino, se io sono guardiano, il mio compito è solo quello di accudire e badare che il faro non si spenga. Luce dei nostri occhi;

PERCHE' ho scritto così tanto, che sarebbe stupido non pubblicare questo post, lasciando l'inchiostro sprecato.Fondamentali per questo scarabocchio;

PERCHE' la mia donna è ciò che di più bello esiste al mondo e quando ci ritroveremo, dovrà capirlo guardandomi negli occhi. Grazie di esistere;




Mi piacciono le donne, le donne,le donne, 

le more, le bionde 

le grasse, le tonde, 


le donne, le donne 


le more, le bionde 


le grasse, le tonde 


mi piacciono le donne



Fabri Fibra. Le donne









venerdì 13 dicembre 2013

RICCARDO FOGLI - Per Lucia




Con Lucia basta poco

ti riempie da sola 

il giorno più vuoto









I MIEI PENSIERI PER TE





Nel cuore mi scoppiano delle parole che non sanno di nuovo, non hanno nulla di complicato o di articolato e seppure sono così semplici da sembrare banali, vorrei fartele ascoltare, perchè continuano a parlarti di ciò che provo per te.

Sono pensieri spontanei, che nascono ogni volta che sfiori la mia mente passeggiando tra i miei sentimenti, lasciando tra di essi una scia che profuma di rosa e felicità, ed è da quando li provo che non riesco più a farne a meno, perchè la mia dipendenza da essi è pari al piacere che mi procura il solo sapere che esisti.

Sono il tempo che si è fermato alle porte di un sorriso, la tua voce che mi cerca nel vuoto della distanza che ci separa, sono gli occhi tuoi che sanno di tutto ciò che voglio, ed anche se non mi sorprendono più, io non potrei pensare ad mio nuovo giorno senza che i miei sentimenti accarezzino la tua anima.

Perché è solo da quando penso a te che ogni mio desiderio vola spensierato, ed ho così scoperto che ogni momento che vivo nel tuo segno ha un sapore unico e diverso, che mi fa sentire leggero e sereno, come abbracciato a quell'angelo che ho dipinto con il tuo volto, sulle pareti del mio cuore.

Da quando ci sei null'altro ha più senso o ragione, perchè sei il mio niente ed il mio tutto, l'inizio e la fine, l'alba e il tramonto, le stelle che illuminano il mattino e il sole che di notte mi abbaglia, sei la forza, la sostanza, la necessità impellente di vivere, perchè mi regali la forza di addentare ogni secondo della mia esistenza, così da lasciarne sempre di meno al tempo che ci separa.

Le mie banali parole per te probabilmente sanno di già ascoltato e di banale, ma hanno la forza dei sentimenti che mi fai provare e non hanno nessuna paura a continuare ad urlare al mondo intero che si, io ti amo.





COPIO E INCOLLO - Grazie di esistere




Ciao a te che ti approcci a questo post, volevo con queste poche righe fare una piccola premessa, così da darti una corretta chiave di lettura per le parole che ho messo in fila qui di seguito.

Questo mio odierno scarabocchio lo devi immaginare come una lettura breve, anzi brevissima e ti assicuro che il titolo non ti è di nessun aiuto per capire dove andrò a parare, non ti lasciar ingannare quindi da ciò che leggi è volutamente fuorviante.

Anzi, mi permetto di aggiungere che ad una seconda lettura, tutto ciò che prima ti sembrava una cosa prenderà una luce diversa, così da comprendere sino in fondo alcune frasi che probabilmente in un primo momento non avrai potuto apprezza del tutto. 

Non sono stato volutamente criptico, ma capirai da solo leggendo quello che per me è stato un vero e proprio divertissement.

Buona lettura.



Era stanco.

Ormai aveva bisogno di fermarsi, era quasi una settimana che stava lavorando alla sua creatura e la vedeva crescere secondo quelli che erano i suoi desideri, così come l'aveva immaginata, plasmata, una varietà infinita di luci e colori, un qualcosa come mai nulla s'era visto prima.
Eccola, finalmente viva e ormai pronta a camminare da sola sulle sue gambe. Si sentiva moderatamente soddisfatto, anche se molto stanco. Si, adesso era necessario almeno un giorno di riposo.

No, non era certo l'età che gli pesava e di questo ne era sicuro, per lui d'altronde il tempo che passava non aveva mai avuto la minima importanza, ne aveva a disposizione un'infinità. A dire il vero, era il concetto stesso di tempo che non riusciva a comprendere.
Si sentiva stanco perchè era ormai vicino al compimento di tutto ciò che aveva programmato e nello stesso tempo sapeva già che il suo lavoro certamente sarebbe andato perso. Le persone e il libero arbitrio avrebbero rovinato quello che si poteva ben definire un paradiso.

Però non era del tutto soddisfatto, mancava ancora quel qualcosa che avrebbe dovuto racchiudere in se tutto il suo operato, in pratica la summa di tutte le cose belle che aveva creato. Voleva la perfezione, ma la perfezione non è di questo mondo e nessuno più di lui poteva saperlo e il bello è che non sapeva perchè si stava caricando anche di questa croce? Forse era davvero troppo buono.

Cosa? cosa mancava? Non era abituato a perdere le staffe e a bestemmiare e poi contro chi? Il fatto è che si sentiva insodisfatto e sicuramente questo non lo rendeva contento.
Ci voleva un'idea e proprio a lui mancavano, incredibile.
Stanco, si doveva essere davvero stanco, forse ci voleva un giorno di riposo e qualcuno accanto a se che lo facesse sentire bene e lui era così solo, anche se poteva avere tutto e tutti a sua disposizione, si sentiva solo.
Ci voleva una compagnia femminile.

Eccola l'idea, ci vorrebbe una donna, colei che ti fa mancare il fiato al suo apparire, che illumina ogni ambiente con i suoi occhi, anche se intorno c'è la nebbia. Una donna, capace di farsi odiare anche se la ami alla follia, che ti fa ridere e piangere insieme, colei che desideri apparire anche se la sua presenza ti fa arrabbiare. Un essere sublime, il bello, anzi tutto ciò che di bello esiste al mondo compresso in uno spazio minuscolo.

Come aveva fatto a non pensarci prima, come aveva potuto non arrivare ad immaginare che ogni uomo lo avrebbe ringraziato per averle inventate, lo avessero chiamato Giove, Allah oppure semplicemente Dio, la donna sarebbe stato quanto di meglio avrebbe potuto donare loro e seppure nello stesso tempo sarebbe stata croce e delizia, ognuno si sentirà in dovere di innalzare uno sguardo al cielo per ringraziarlo, certo che un Dio esiste quando davanti gli comparirà la donna della propria vita.

Perchè solo un'entità superiore poteva avere l'idea di creare un essere così bello che con il suo splendore faceva rilucere anche un uomo in sua presenza.

Che esse siano madri, moglie, compagni o semplici amiche, la vita non averebbe avuto nessun senso se non le avessimo avute con noi su questa terra.

Dio, grazie di esistere, perchè ogni donna che ci hai fatto incontrare è la prova provata che tu esisti e che davvero ci ami come figli tuoi prediletti.









E' MUSICA - Santa Lucia - Dalla & De Gregori live




Per chi vive all'incrocio dei venti

ed è bruciato vivo...









APPUNTI IN AMORE



Io amo te, perchè anche nel silenzio sai sempre cosa vorrei sentirmi dire.


LUCIA





Vola per te questa canzone
Lucia.
Una storia d'amore che prende il volo
dipinta nella mia voce









giovedì 12 dicembre 2013

YESTERDAY




Perché lei se ne dovuta andare? 

Non so, non l'ha voluto dire 


Ho detto qualcosa di sbagliato 


Ora vorrei che fosse ieri 








APPUNTI IN AMORE



L'unico posto dove può nidificare il mio amore è tra le tue braccia, è nel tuo petto, è con di te


LA VOGLIA



Sono giorni difficili, sono giorni in cui vivo in balia del vento e della nostalgia, giorni in cui mi chiedo il perchè di tutte queste lacrime che sparse nel tempo rigano continuamente il mio viso e così mi ritrovo a guardare questa vita che non ha nulla di quello che avevo sognato, sperato, in cui avevo creduto e non so come reagire.

Sono giorni terribili, perchè la morte improvvisa di una persona cara, anche se è comunque in qualche modo annunciata, è un evento che richiede sempre una sosta, una pausa, ed ha bisogno che il tempo faccia il suo corso per potersi riprendere da essa, ed è lì, in quei momenti che ti rendi conto che sei come uno di quei rocciatori che stanno scalando a mano libera una cima difficilissima e capisci che sostanzialmente è tutto inutile, perchè tanto ti manca la voglia di continuare, di salire, di andare oltre il punto in cui sei arrivato, perchè hai la chiara percezione che oltre c'è il nulla.
Ecco quindi che ti fermi, sospeso su quella parete a strapiombo sui ricordi, su quel passato fatto di risate e amicizia vera e ti tornano in mente tutti quei piccoli momenti che adesso assumono una valenza tutta loro , ed è così che ripensi anche a quell'ultima uscita insieme, fatta solo per il piacere di bere un caffè in sua compagnia, rendendoti conto che è difficile da superare tutto ciò, che è umanamente impossibile andare oltre un amicizia interrottasi in questo modo, perchè sai che non è la sua presenza che ti manca, ma la sua assenza che ti pesa e dentro di te senti che continuerà ad essere così per sempre.

In quel momento capisci anche perchè di andare oltre non ti viene più la voglia, hai infatti compreso da tempo che alle persone vere non riesci più rinunciare, che non sei in grado di fare a meno di coloro che ti stanno accanto perchè sei tu e lo fanno perchè non hanno bisogno di qualcosa, ma solo perchè sentono la tua mancanza quando non ci sei e non si fanno problemi a comunicartelo, quelle persone che sono sempre più rare e che quando ti vengono a mancare lasciano un vuoto che nessuno potrà riempire.

La voglia non è un bene che si acquista facendo shopping per le vie del centro, non ha prezzo nè valore, ha bisogno di poco per riaffiorare, ma ha la necessità che quel poco nasca in maniera spontanea, così come  sono spontanee le lacrime che oggi piango per un amico vero.





giovedì 5 dicembre 2013

LUCIO BATTISTI - Fiori rosa, fiori di pesco



Scusa credevo proprio tu fossi sola 

credevo non ci fosse nessuno con te 

oh scusami tanto se puoi 

signore chiedo scusa anche a lei 

ma io ero proprio fuori di me








PIANGO



Ciao Nico,

ti scrivo queste righe, perchè domani è il primo dei tuoi onomastici durante il quale non potrò farti gli auguri, perchè è il modo più facile che ho per esprimermi, perchè poco meno di due ore fa mi hanno comunicato che non ci sono più speranze e che forse non riuscirai nemmeno a viverlo questo 6 Dicembre.

Ci siamo conosciuti dieci anni fa, in una serata dolce, come solo quelle si settembre sanno essere e allo stesso tempo vivevamo la situazione che si stava svolgendo come se fosse perlomeno strana. Io sapevo che saresti arrivato e chi eri, ma non era così per chi si aspettava di incontrare solo la figlia e si è  trovato di fronte anche il futuro genero, poi però quell'evento luttuoso allo stadio distrasse l'attenzione dal momento e facilitò il tutto.

18 Settembre 2003, la prima serata passata insieme, ne sono seguite tante in questi anni e non ricordo mai uno screzio o momenti di tensione e questa non è una defaillance dovuta al momento che mi stai costringendo a vivere, non ci siamo davvero mai trovati a litigare noi, su nulla.

Ricordi? Venisti anche tu la sera che ebbi quel tremendo incidente in autostrada e chi c'era a farti il trasloco quando avete preso casa a Roma? E quelle partite con la Playstation a Fifa, mai una volta che sei riuscito a vincere, nemmeno quando mi hai messo contro tuo nipote, cavolo me la sono vista nera quella volta, ma riuscii a pareggiare e la tua faccia valeva il prezzo del biglietto.

Già, la tua faccia, amico mio quante volte ci siamo trovati faccia a faccia a parlare, a cercare di capire se le scelte che stavo facendo erano giuste, se potevo e dovevo avere maggiore calma e tanta pazienza in più e tu con quella faccia imperturbabile restavi lì ad ascoltare e a consigliare.

Nico, caxxo perchè? Dimmi solo perchè non hai avuto un pò più cura di te? Perchè ti sei distratto e hai lasciato che succedesse questo? Ti rendi conto che adesso sono tre i tuoi figli che continueranno il loro cammino su questa terra senza la tua guida, il tuo sostengo, il tuo conforto. Si dice che si diventa adulti percorrendo le vie del dolore, ma è ingiusto che loro lo diventino così presto e la piccola? Dimmi tu, la piccola, potrà sapere chi sei solo attraverso le parole dei fratelli e le immagini sbiadite di qualche fotografia? Caxxo no, non è giusto, non è affatto giusto che vada così e lo so che tu sei l'ultima persona al mondo che vuoi che accada, ma insieme a te siamo in tanti che ti vogliamo ancora qui, che non ci rassegniamo all'idea, anche adesso.

Fratè, una volta ci siamo salutati e io ti dissi che non sapevo se ci saremmo più rivisti, ti abbracciai forte e piansi sulle tue spalle, per fortuna la nostra amicizia non si interruppe lì, ti prego, fa che questo mio post risulti la caxxata più grande che ho mai fatto, smentisci tutti, caxxo Nico non ci lasciare, ho bisogno che asciughi anche queste mie lacrime, perchè io non ho la voglia e la forza per farlo, Nico, svegliaci tutti da quest'incubo e torna tra di noi.

Ti voglio bene




E' MUSICA - Adagio - Lara Fabian



Quest'anima senza cor

aspetta te

adagio








VORREI




Vorrei spegnere la luce ogni sera
e poi stringerti a me,
non solo nei miei sogni.



Vorrei sentire l'odore del tuo profumo,
perché solo così sarei certo,
che sto respirando la tua stessa aria.



Vorrei dovermi schernire per la timidezza,
davanti ai tuoi occhi,
che fissano i miei.



Vorrei vivere di queste emozioni
perché solo così saprei,
che non sei frutto della mia follia,
ma che sei un angelo sceso in terra,
solo per me.





martedì 3 dicembre 2013

APPUNTI IN AMORE



Non posso prometterti che domani ti amerò più di quanto già non faccio oggi, di certo però potrò provarci.



LE FOTOGRAFIE - A legna

La pizza nel forno a legna ha tutto un altro sapore


APPUNTI IN AMORE



Il mio cuore resterà per sempre tuo, perchè in un giorno senza tempo e senza spazio hai rubato le sue chiavi e quella è stata certamente la cosa più bella che mi sia mai successa.

COPIA E INCOLLA - Irripetibile



PREMESSA: Questo non è un post per educande e sebbene non è certamente il più esplicito tra quelli che ho scritto, certamente è descrittivo di atmosfere molto particolari.
Di tanto in tanto mi lascio andare e scrivo di queste cose, perchè sono convinto che l'amore vada vissuto a tutto tondo e se non c'è malizia, ma passione, nulla a mio avviso è offensivo. 

Però è giusto che io debba avvisare chi si approccia a questo post che questa è lettura decisamente piccante e potrebbe essere "imbarazzante".
Buona lettura 





Buio tutt'intorno, buio e silenzio, così che il vuoto che mi circonda inizia lentamente a riempirsi del desiderio che provo per te, della voglia che tu adesso sia mia, la stessa che so tu vivi per me.

Mi hai svegliato nel bel mezzo di questa notte e adesso invece di riprendere sonno voglio che il tuo corpo mi appartenga. Appoggio su di te il mio sguardo e ti vedo come se fossi qui affianco al mio, soavemente nuda. Il tuo respiro intenso e carico di desiderio è di nuovo presente tra di noi. Le tue labbra che si schiudono lentamente mentre si avvicinano al mio petto, sono il centro gravitazionale di ogni mio pensiero. E' desiderio puro, intenso, talmente forte che lo sento vivo e pian piano prende forma colorando questa stanza, che fino a poco fa era solo un punto nero al centro del mondo.

Finalmente sei nuda, libera da ogni vestito, libera da tutte le paure che ci frenavano, nessuna remora più che ci possa in qualche modo fermare, così ti offri a me, perchè anche tu adesso sai per certo di volermi, lo senti a tal punto che non hai più nessun timore di essere mia.

Il tempo delle sottili allusioni è ormai finito, il gioco della seduzione reciproca è terminato, adesso respiro l'aria che ha assunto il tuo profumo, sento il sapore della tua bocca che mi invade e mi rendo conto che fremo mentre con le mani lentamente mi sfiori lungo i fianchi. Brividi intensi, che aumentano a dismisura quando sono io che accarezzo i tuoi seni con la punta delle mie labbra, adesso sono il tuo uomo e lo sarò ogni volta che lo vorrai, per tutto il tempo che mi vorrai.

Spazio e tempo sono ormai delle convenzioni che non hanno più nessun senso in questa luogo dove io e te viviamo solo di magia. Vorrei morire adesso per l'intensità del piacere che mi regali e non smettere mai di soggiacere al tuo corpo che sento lentamente muoversi lungo il mio. Hai il controllo completo di ogni mio desiderio, un solo corpo che si muove all'unisono, come sincronizzati dalla voglia di scoprire quanto può essere intenso il piacere dell'altro e stai sicura che io ho tutta l'intensione di sentirti vivere un momento sensa eguali, quello che sanno condividere solo due persone che si cercano quanto ci siamo cercati noi due.

Insieme io e te, senza più nessun confine che ci possa dividere, senza che più nessun limite ci obblighi ad essere clandestini, liberi finalmente di vivere un amore al quale non avrei mai creduto, ma sul quale avrei scommesso la vita. Ed ecco che proprio adesso mentre sento dentro di te scoppiare intensa la mia passione, scorgo una lacrima scendere lentamente dai tuoi occhi e capisco che anche tu stai godendo di un istante irripetibile nella nostra vita, almeno fin quando non ricominceremo di nuovo ad essere l'uno parte dell'altro, come in questo momento.

Ti voglio e ti vorrò per sempre, perchè null'altro potrei chiedere alla vita per essere felice.













E' MUSICA - Tania del circo - Lucio Dalla



Questa, forse nemmeno la buonanima ricordava di averla incisa, ma è un pezzo jazz stupendo.






APPUNTI IN AMORE


Affondo la mia anima nel profondo dei tuoi occhi, così da vestirla di felicità.


lunedì 2 dicembre 2013

APPUNTI IN AMORE



Sai, la verità è che se non ci fossi stata tu, io non avrei avuto nessun senso



QUEEN - Who wants to live forever




tocca le mie lacrime con le tue labbra

tocca il mio mondo con la punta del tuo dito

e potremo avere per sempre

potremo amare per sempre







PENSIERI SCIOLTI - 2 Dic 2013



Il vero peccato non è aver amato e sofferto, ma non averci provato davvero a vivere il vero amore

LE POESIE - Dammi un bacio




Un bacio, dammene un altro 
e un altro ancora,
non ti fermare.
Appoggia le tue labbra sulle mie
e non smettere più,
ti prego.


Ancora uno,
ancora cento,
ancora mille
e fammi così capire,
quanto mi vuoi per te.


Regalami un altro di quei tuoi baci,
impetuoso come un'onda del mare,
che quando si ritira, 
resta li a raccontarmi
di quello che provi per me.


E adesso che siamo qui soli,
lasciami vivere respirando
l'aria pura che solo le tue labbra mi sanno regalare.


Non allontanare la tua bocca dalle mia,
i tuoi baci mi raccontano il destino di un amore,
mi regalano l'infinito,
racchiudendo l'eterno
nell'istante in cui le nostre labbra si sfiorano.


Il tempo di un bacio ancora
e anche la morte saprà attendere,
perchè non c'è nulla di più che mi occorre per vivere,
se non un altro dei tuoi baci.



















E' MUSICA - Sto pensando a te - Vasco Rossi



Sto pensando a te...






E' MUSICA - E... - Vasco Rossi




Amo te

come non ho fatto in fondo

con nessuna







domenica 1 dicembre 2013

E' MUSICA - Tu sei per me - Franco Simone




E nel buio e nel silenzio 

Le radici del tuo mondo 


Danno origine al mio mondo 


(tu… e così sia) 








APPUNTI IN AMORE



Non mi preoccupa quanto è lontano il tuo corpo, ho paura solo di quanto possa essere distante il tuo cuore dal mio.

APPUNTI IN AMORE



Non allontanare da me i tuoi pensieri, potrei morirne



VARIOUS - Hey Jude




Hey Jude, non peggiorare le cose: 

prendi una canzone triste e rendila migliore. 


Ricordati di lasciarla nel tuo cuore 


e poi comincia a migliorarla.                 








E' MUSICA - No ordinary love - Sade




Ti ho dato tutto quello che ho dentro 


E tu hai toccato il mio amore 











LUCIO DALLA - Mambo




Se d'amore è proprio vero che non si muore

cosa faccio nudo per strada 

mentre piove